Media tradizionali: quale il ruolo attuale?

8 Febbraio 2022 di Veronica Balzano

thumb image

Dobbiamo per forza conoscere i media tradizionali. Stiamo parlando dei media classici. La prima forma di pubblicità è stata la radio, ed è stata un mezzo di successo per decenni. La televisione ha seguito l’esempio con il proprio set di inserzionisti che hanno avuto grande successo utilizzando questa piattaforma di media tradizionali per promuovere i loro marchi o prodotti attraverso gli annunci di campagna su reti televisive.

Se volessimo fornire una definizione dei media tradizionali potremmo esordire così: Il termine “tradizionale” è un po’ un ossimoro perché è impossibile definire cosa significhi effettivamente tradizionale. Potrebbe riferirsi in entrambi i modi: come qualcosa che è sempre esistito o che non è mai cambiato, ma in questo caso stiamo parlando di media pre-internet – roba della vecchia scuola come giornali e riviste!

I media digitali hanno preso il sopravvento sulle forme tradizionali di pubblicità, e non è solo perché si possono mettere annunci su tutto. Ci sono molte altre ragioni per cui questo tipo di media vince nel mercato di oggi: raggiungere distanze maggiori con meno costi per mille impressioni rispetto alle pubblicazioni cartacee.

Per proseguire il nostro discorso potrebbe essere utile comprendere quali siano le caratteristiche dei media tradizionali, al fine di comprendere dove si posizionano oggi e che tipo di ruolo assumono.

Media tradizionali: caratteristiche

media tradizionali
  • Prodotto da complex & organizzazione formale.
  • Più persone se ne possono occupare
  • Ha bisogno di una grande quantità di denaro per funzionare.
  • Questi sono altamente competitivi.
  • STRUTTURA ORGANIZZATIVA FORMALE.

I media tradizionali hanno un’alta copertura locale e la consegna immediata del tuo messaggio. Buoni mezzi di comunicazione di massa (quasi tutti leggono il giornale), un mezzo interattivo con flessibilità nella produzione: basso costo per gli annunci forme dimensioni eccellenti inserti di qualità .
L’aspetto negativo è che hai bisogno di abbastanza spazio su ogni pagina così come il tempo tra le edizioni che può essere costoso se non fatto correttamente; inoltre non c’è creatività coinvolta a causa di essere strettamente basato sul testo a differenza dei social network dove le persone aggiungono immagini o video clip per rendere più piccante il contenuto – il che potrebbe rendere tutti quei passaggi extra validi!

Media tradizionali e nuovi media: la sfida

Se il vostro obiettivo è quello di raggiungere molte persone con l’aiuto delle nuove tecnologie come i siti di social networking o le campagne e-mail, allora questa potrebbe essere una scelta eccellente per voi! Tuttavia, se c’è un certo pubblico che non dovrebbe sentire alcun contenuto pubblicitario su questi canali (come i bambini), usa invece i metodi vecchio stile, perché dimostreranno sicuramente il loro valore nel tirare fuori i risultati desiderati dove è più necessario: Solo su liste di clienti mirate – non su interi settori senza distinzioni tra maschi/femmine ecc…

Cosa ne pensate? I nuovi media stanno sostituendo quelli tradizionali nell’era dei social network come Facebook, Twitter ecc. o sono solo un altro modo per raggiungere il vostro target con le loro strategie di PR? La verità è che entrambi giocano un ruolo importante quando si tratta di pubbliche relazioni, perché a volte uno può essere più utile dell’altro a seconda del tipo di strategia della campagna da attuare in un dato momento. Nel complesso, però, direi di no – non si può semplicemente fare affidamento solo su una fonte (nuova o tradizionale) da sola; invece combinarle funziona meglio per creare risultati efficaci!

Sfiducia verso i media?

Posto il fatto che sia i nuovi media che i media classici giochino un ruolo essenziale, in alcuni casi si potrebbe parlare di un sentimento di sfiducia nei confronti dei media tradizionali.

La reputazione dei media è stata danneggiata da rapporti di parzialità nel reporting.
Il pubblico è sempre più distratto e disilluso nei confronti delle fonti tradizionali di informazione, il che riflette probabilmente il clima che esiste intorno ai grandi eventi sociali internazionali.

Con l’aumento dei social media, le persone sono più isolate le une dalle altre. Questo crea un ambiente in cui certe opinioni possono essere amplificate e distorte dall’omofilia nei criteri di consumo delle notizie e dall’interazione su piattaforme come Twitter o Facebook che porta a camere d’eco sempre più diffuse nella nostra società di oggi, soprattutto perché questi siti ci offrono solo informazioni basate su ciò che abbiamo scelto di seguire noi stessi.

Quando si leggono le notizie, è facile rimanere intrappolati in una camera d’eco dove si sentono solo certe cose e la distorsione delle informazioni. Questo può portarci a credere che ci siano più problemi di quelli che esistono realmente perché non condividiamo la nostra prospettiva con nessun altro che potrebbe avere pensieri diversi su questi problemi (un pericolo conosciuto come “filter bubbles”).

Quando si tratta di fiducia pubblica, i ricchi e i potenti non sono più in cima alla scala della società. Al contrario di prima, dove solo pochi si fidavano in questo modo; ora tutti possono sentirsi osservati dagli altri quando le loro opinioni non coincidono con quelle di chi li circonda – come se ci fosse qualcosa di vergognoso in te se la tua opinione differisce da quella che tutti gli altri hanno accettato senza fare domande per anni e anni!

Ti potrebbe interessare anche: Astroturfing: in cosa consiste e perché viene usato in marketing?

Commenti disabilitati su Media tradizionali: quale il ruolo attuale?

Se ti è piaciuto questo articolo considera di iscriverti ai nostri feed per restare sempre aggiornato sulle ultime novità pubblicate!


Software house pugliaCopyright © 2010 Arkosoft. All rights reserved.
ARKOSOFT - Software House
Nel Software e nel Web le tue Idee che diventano Realtà
SEDE Selaudin Zorba, Tirana 1001
Telefono: 0831/1815236
Fax: 0831/1815238
http://www.arkosoft.it
P.IVA L62218030A