Guerrilla marketing: una forma non convenzionale

2 Febbraio 2022 di Veronica Balzano

thumb image

Il guerrilla marketing può essere definito come “un insieme di modi non convenzionali per raggiungere obiettivi tradizionali” Questo tipo di campagna ha molto successo perché utilizza strumenti a basso costo che massimizzano i risultati.

Nel giorno moderno e nell’età del combattimento, molte persone pensano che il guerilla marketing si riferisca solo ai militanti che stanno cercando di fare del loro meglio per ottenere l’attenzione o diffondere la consapevolezza sociale attraverso mezzi a basso costo come la disobbedienza civile. Le trovate di marca più originali sono state bollate come “guerrilla marketing”, e queste marche usano tattiche innovative per guadagnare l’attenzione per la loro azienda o prodotto. Queste campagne basate sulle persone hanno reso famose le aziende, guadagnato l’attenzione dei media e la popolarità sul mercato.

Guerrilla marketing: come nasce?

guerrilla marketing

Il guerrilla marketing è stato usato in passato per promuovere prodotti e servizi. Fu durante questo periodo che le stazioni televisive commerciali iniziarono a fare pubblicità, che iniziò come spot pubblicitari trasmessi agli orari o ai costi preferiti, con grandi campagne che includevano la stampa come i giornali e gli annunci radiofonici che giocavano anche un grande ruolo attraverso gli altoparlanti nelle strade della città.

Il guerrilla marketing è uno strumento molto amato dalle aziende perché esiste dagli anni ’80 quando le reti televisive commerciali hanno iniziato a pubblicizzare i loro prodotti. Questa forma di pubblicità coinvolgeva tre voci: stampa, radio e spot televisivi che venivano trasmessi ad orari sufficienti per entrare nelle case con un pubblico che sarebbe stato più ricettivo durante quelle ore – di solito slot di prima mattina o di tarda sera a seconda del paese in cui si vive!

Quando si trattava di marketing, i proprietari di piccole imprese erano bloccati in una routine. Non c’era modo per loro di distinguersi tra tutti i loro concorrenti e avere accesso a grandi budget che avrebbero permesso loro di avere un impatto con i clienti in campi così affollati; ma poi di nuovo – è qui che entra in gioco l’idea di Jay Conrad Levinson! Ha sviluppato quello che lui chiama “guerriglia” pubblicità che si concentra meno sul sorpasso della concorrenza.

Le teorie di Levinson, del resto, sembrano ancora valide…

Fasi del guerrilla marketing

Le seguenti sono frasi che potrebbero benissimo rappresentare anche passi, necessari e impagabili quando si tratta di pensare a come utilizzare al meglio il guerilla marketing per i vostri obiettivi aziendali.

  • La prima proposta di Levinson è di spiegare i vostri obiettivi di marketing. Questo significa rispondere alla domanda: “Cosa voglio che facciano i miei clienti?” Dipende anche da cosa pensi che sarà l’azione più importante che faranno dopo aver sentito parlare del tuo prodotto o servizio; ha bisogno di questo input specifico per poter lavorare tutti insieme!
  • Il vantaggio competitivo di un’azienda è la sua proposta unica di vendita. Più chiaramente potete identificare ciò che rende la vostra azienda diversa dalle altre aziende dello stesso settore, e come questo porta benefici ai consumatori finali (o clienti), allora sarete meglio attrezzati per raggiungere il successo!
  • Il targeting dei vostri clienti è un aspetto chiave del marketing e può essere fatto in molti modi. Per esempio, potreste avere un target che è principalmente interessato ad acquistare prodotti dell’industria alimentare, mentre un altro potrebbe includere tutti coloro che visitano la vostra pagina web o inseriscono un indirizzo e-mail per comunicazioni future.
  • Pensate al tipo di business che avete e a chi è rivolto. Questo aiuterà a guidare la vostra decisione quando scegliete quali strumenti di marketing sono più adatti per questa particolare azienda o membro del pubblico, a seconda delle loro esigenze in termini sia qualitativi (cosa vogliono) che quantitativi (quanto).
  • Aver presente quale sia l’identità del brand
  • Definire il budget

Quando conviene applicare il guerrilla marketing?

e teorie di guerriglia marketing del professor Levinson hanno senso soprattutto se consideriamo che le piccole imprese con budget limitati possono beneficiare di questo tipo di strategia a basso costo e ad alto impatto.

La recente crisi economica ha costretto le multinazionali e i grandi gruppi aziendali a rivedere le loro spese in pubblicità. Non è sorprendente, quindi, che anche i grandi marchi ricorrano sempre più spesso a tattiche di guerriglia marketing come gli annunci di streetwear o i video virali per aumentare l’esposizione in un modo senza sforzo che può essere fatto senza infrangere alcuna legge, pur raggiungendo gli obiettivi desiderati con costi minimi coinvolti.

Il guerrilla marketing è un grande strumento per qualsiasi dimensione di business. Può essere usato da aziende di tutte le dimensioni, ma la sua efficacia può variare a seconda del problema che si sta cercando di risolvere con la vostra campagna e quanto bene si rivelerà alla fine nella risoluzione di questi problemi a portata di mano.

Ti potrebbe interessare anche: Neuromarketing: definizioni e applicazioni

Commenti disabilitati su Guerrilla marketing: una forma non convenzionale

Se ti è piaciuto questo articolo considera di iscriverti ai nostri feed per restare sempre aggiornato sulle ultime novità pubblicate!


Software house pugliaCopyright © 2010 Arkosoft. All rights reserved.
ARKOSOFT - Software House
Nel Software e nel Web le tue Idee che diventano Realtà
SEDE Selaudin Zorba, Tirana 1001
Telefono: 0831/1815236
Fax: 0831/1815238
http://www.arkosoft.it
P.IVA L62218030A