Focus group: cos’è e a cosa serve?

1 Febbraio 2022 di Veronica Balzano

thumb image

Focus group. Forse ne hai sentito parlare, ma non sai da dove cominciare! Scopri cos’è un focus group e perché questa efficace tecnica di raccolta delle informazioni dovrebbe essere in cima alla tua lista quando si tratta di marketing.

Scopri come rendere la tua campagna di marketing ancora più efficace con un focus group. Si tratta di individui che condividono gli stessi punti di vista su diversi prodotti o servizi, dandoti uno sguardo dall’interno su ciò che la gente vuole che non sempre può venire solo dai sondaggi! Il focus group è uno strumento prezioso nel mondo della ricerca sociale.

Ti permette di ottenere un feedback dai tuoi soggetti su ciò che pensano di varie questioni, senza dover rispondere pubblicamente o incontrarsi con un questionario faccia a faccia!

I focus group sono stati usati per molti anni per aiutare a modellare le campagne pubblicitarie. Sono anche comunemente chiamati “focus-group testing”, e funzionano contattando una popolazione campione – di solito estratta a caso da dati demografici simili o associati a quelli del pubblico previsto (cioè, persone che tendono non solo a comprare vestiti, ma probabilmente sono anche interessate alla moda). Questo permette ai commercianti di accedere alle informazioni su come i potenziali clienti percepiscono i loro annunci attraverso diverse reti, il che può dare un’idea di ciò che funziona meglio quando arriva il momento di preparare una campagna effettiva!

Focus group: cos’è e come nasce?

I focus group sono un ottimo modo per ottenere input da molte persone sullo stesso argomento. Il processo inizia con un esperto che conduce la discussione su ciò che gli interessa, poi i partecipanti si uniscono quando è il loro turno!

Prima dello sviluppo dei moderni metodi di ricerca di mercato nel 1948, le aziende si affidavano alla loro intuizione e all’esperienza personale per valutare quanto bene stessero facendo.
Molti imprenditori si sono messi in affari senza condurre alcun tipo di studio formale perché sembrava un’impresa costosa che non avrebbe potuto fornire loro abbastanza informazioni su ciò che funzionava meglio per i clienti – ma poi qualcuno ha avuto un’idea brillante: perché nessuno chiede a queste persone?

Quando i ricercatori Robert Merton e Paul Lazarsfeld vollero capire come l’esposizione del pubblico fosse influenzata dalla propaganda in tempo di guerra, adottarono un approccio diverso da quello che era stato fatto prima. Piuttosto che campionare grandi numeri tutti in una volta con interviste generali (che sarebbe troppo costoso), questi due hanno condotto conversazioni faccia a faccia sui loro risultati su un intervistato o su piccoli gruppi cercando di coinvolgere i partecipanti in discussioni più grandi e informali dove la gente potrebbe esprimere opinioni senza sentirsi giudicata dagli altri intorno a loro.

Caratteristiche di un focus group

Il modello del focus group ha trovato un’ampia applicazione nel marketing. I partecipanti sono reclutati sulla base di certi parametri (sesso, età ecc.) per formare un gruppo eterogeneo che rappresenti diverse categorie o mercati da cui si desidera un feedback – questo assicura una rappresentazione accurata!

I metodi di ricerca qualitativa sono molto più contestuali e bourdieusiani. Permettono l’analisi significativa di dati che provengono da fonti umane piuttosto che solo numeri, che possono essere noiosi da soli.
Un grande esempio sarebbe stato quando le aziende di marketing volevano sapere cosa pensava la gente delle loro campagne; hanno condotto dei focus group in cui i partecipanti reagivano emotivamente o formavano opinioni basate sul sentimento invece di usare la logica come fanno oggi la maggior parte delle indagini quantitative.

Tipologie di focus group

  • Tradizionale: con 6-12 membri e un moderatore
  • Mini: con 4 o 5 persone
  • Focus group a distanza o online: Con i focus group a distanza o online, puoi avere una discussione con un massimo di 8 persone contemporaneamente usando piattaforme di videoconferenza. Questo è ottimo se il tuo obiettivo originale era solo 6 partecipanti, perché collegherà tutti in tempo reale senza il bisogno di vicinanza fisica!
  • A due vie: I partecipanti saranno divisi in due gruppi, con un gruppo che discute l’argomento e risponde alle domande. Gli altri partecipanti in questa sessione dovrebbero commentare ciò che pensano sia stato detto o concludere da dove la discussione è stata lasciata da coloro che hanno già discusso in precedenza, in modo da mantenere tutti coinvolti!

Applicazioni nel marketing

Il focus group è uno strumento prezioso per i marketer perché permette di raccogliere dati approfonditi sul vostro prodotto o servizio basati su discussioni spontanee tenute da campioni che rappresentano il pubblico di riferimento. Questo può anche aiutare a capire cosa pensano i clienti dei nuovi prodotti prima di lanciarli sul mercato, così come il modo in cui percepiscono i diversi aspetti come la qualità rispetto al prezzo eccetera.
I risultati di questo tipo di studi permettono di capire se ci sono margini di miglioramento per quanto riguarda le strategie di distribuzione, il che porterà ad un aumento delle vendite!

Il focus group è un ottimo modo per ottenere una lettura emotiva di ciò che la gente sente e pensa del tuo prodotto o servizio. Essi tendono a restituire risposte più genuine che riflettono come reagirebbero nella vita reale, il che significa che è possibile adattare le strategie di marketing sulla base del loro feedback!

Ti potrebbe interessare anche: Buyer persona: cosa significa questo concetto?

Commenti disabilitati su Focus group: cos’è e a cosa serve?

Se ti è piaciuto questo articolo considera di iscriverti ai nostri feed per restare sempre aggiornato sulle ultime novità pubblicate!


Software house pugliaCopyright © 2010 Arkosoft. All rights reserved.
ARKOSOFT - Software House
Nel Software e nel Web le tue Idee che diventano Realtà
SEDE Selaudin Zorba, Tirana 1001
Telefono: 0831/1815236
Fax: 0831/1815238
http://www.arkosoft.it
P.IVA L62218030A