Brand equality: definizione e specifiche

17 Febbraio 2022 di Veronica Balzano

thumb image

Brand equality. Affinché il marchio di un’azienda sia prezioso, ha bisogno del giusto tipo di riconoscimento. L’equità del marchio è un bene intangibile che corrisponde a quanto bene le persone conoscono e si fidano dei vostri prodotti o servizi; questo significa più dei semplici numeri di vendita – anche se quelli possono aiutare! La qualità percepita gioca anche in ciò che i consumatori pensano quando vedono uno dei vostri (e se sono disposti a comprare abbastanza), mentre le associazioni dipendono in gran parte dal fatto che ci sono altre aziende già in fila nella mente dei clienti prima che voi entriate in scena. E infine, la fedeltà dipende sia dalla frequenza dei modelli di acquisto.

Brand equality

Quando si tratta di marketing, la brand equity è spesso pensata come il valore che un individuo dà ai propri marchi personali. Questo termine si riferisce non solo a come le persone percepiscono il vostro prodotto, ma anche a tutte quelle associazioni mentali astratte che hanno fatto con varie aziende nel corso del tempo, dovute in parte all’esposizione e alla familiarità che le portano a prendere decisioni riguardo a dove potrebbero trovarsi i migliori investimenti per loro stessi o per altri che potrebbero fare affidamento su queste raccomandazioni.

Brand equality: cos’è?

Brand equality

La brand equity è l’effetto differenziale positivo che la conoscenza del vostro marchio esercita sulla risposta dei clienti ai prodotti. Per esempio, se si acquistasse qualcosa ma si conoscesse il suo produttore meglio di loro stessi e si scoprisse attraverso la ricerca o l’esperienza personale quanto scarsa fosse la qualità e si usassero tutte le scuse possibili per non sprecare denaro – questo diminuirebbe quel poco valore che rimane dopo l’acquisto per qualsiasi prodotto senza garanzie che coprano i difetti del produttore!

Qual è il valore del vostro marchio?

Brand equality


La risposta a questa domanda dipenderà da chi lo chiedete, ma in termini generali il “brand equity” può riferirsi sia ad un importo che aggiunge o toglie alla redditività complessiva di un prodotto. Questo concetto è stato proposto per la prima volta da David Aaker durante il suo periodo come CEO dell’agenzia pubblicitaria R/GA, che esiste dal 1935 e con sede centrale proprio qui vicino a Los Angeles, California, USA! Nel 1991 ha pubblicato un libro chiamato Managing Brand Equity dove parla di come le aziende dovrebbero investire denaro nella creazione di loghi più forti invece di spot pubblicitari, perché i clienti comprano più marchi che prodotti”.

Brand equality

Come l’autore ha sottolineato, la brand equity o gli asset si basano su beni intangibili che possono essere raggruppati in cinque categorie. Queste includono la conoscenza di come usare un prodotto in modo efficace (facilità d’uso), i materiali di qualità usati nella sua produzione e il marketing con un design accattivante – tutti che contribuiscono a formare quello che chiamiamo “marchio”.

Categorie che compongono i beni intangibili

Brand equality

Ci sono cinque diverse categorie che compongono i beni intangibili di un’azienda. Queste includono la fedeltà alla marca, che misura quanto i consumatori amano i loro prodotti; la consapevolezza del nome della tua azienda o del logo in generale – questo potrebbe significare sapere che tipo di bevitore di caffè sei (birra ghiacciata? forza regolare?). La qualità globale percepita è anche un fattore importante quando si tratta di reputazione all’interno della mentalità dei clienti verso certe marche rispetto ad altre basate su qualità simili come il punto di prezzo eccetera, mentre i tratti associati possono venire giù più specificamente di qualsiasi altra cosa finché sono abbastanza distintivi.

Quando si parla di brand equity, Aaker sottolinea che più informazioni sono immagazzinate nei prodotti e nei marchi, più questi hanno un impatto sui consumatori. Le associazioni che facciamo con certe aziende possono determinare le nostre scelte d’acquisto, e se queste sensazioni sono buone o cattive dipende interamente da come un’azienda tratta i suoi clienti (o non lo fa).
Uno scrittore per le pubblicazioni legali della Harvard Law School spiega perché “queste attività aiutano a interpretare grandi quantità di dati sui prodotti” e allo stesso tempo influenzano in misura maggiore di altri le strategie di copertura del rischio di sicurezza”.

Brand equality

Il valore del marchio di un’azienda può essere cruciale per il suo successo perché i consumatori pagheranno di più per quel prodotto con le stesse caratteristiche e qualità dei concorrenti se ha un marchio eccellente.

Il modello di “brand equity” è importante perché misura quanto i consumatori credono o si fidano di un marchio in base alla loro percezione e al loro comportamento. I marchi con un alto appeal basato sul cliente hanno migliori strategie pubblicitarie rispetto a quelli che non lo fanno, in quanto possono avere più successo nel catturare le emozioni dei clienti attraverso lo storytelling piuttosto che le sole dichiarazioni esecutive.

Brand equality

Pensate al vostro marchio preferito. Ora immaginate se l’azienda non fosse mai esistita e le persone avessero sempre dato ai prodotti il loro nome o nomi inventati – amereste ancora quel prodotto così tanto?
In “Strategic Brand Management”, l’autore si riferisce a marchi positivi e negativi, notando come i consumatori rispondono più favorevolmente quando sono identificati che senza strategie di branding di identificazione come l’uso di un nome fittizio per un articolo che viene venduto.

Ti potrebbe interessare anche: Brand identity: definizione e applicazioni

Commenti disabilitati su Brand equality: definizione e specifiche

Se ti è piaciuto questo articolo considera di iscriverti ai nostri feed per restare sempre aggiornato sulle ultime novità pubblicate!


Software house pugliaCopyright © 2010 Arkosoft. All rights reserved.
ARKOSOFT - Software House
Nel Software e nel Web le tue Idee che diventano Realtà
SEDE Selaudin Zorba, Tirana 1001
Telefono: 0831/1815236
Fax: 0831/1815238
http://www.arkosoft.it
P.IVA L62218030A