Come inserire video nelle email, è una buona idea?

Vediamo come inserire video nelle e-mail e scopriamo se è una buona idea.

Oggigiorno, i video possono essere integrati in siti web, social network come Facebook, Twitter, Vite, Instagram e piattaforme online come YouTube, ma non nelle e-mail, ovvero i video che vengano eseguiti nella mail stessa.

 

1. La potenza del video

I video sono i migliori alleati per raggiungere il cervello del consumatore. Le  grandi marche gli hanno utilizzati fin da quando è stata inventata la televisione, e ora, grazie a Internet, il video è accessibile a qualsiasi società.

come inserire video nelle email

Secondo uno studio condotto da Com Score:

ogni minuto vengono caricate in media ben 100 ore di video su Internet
Ogni giorno vengono guardati oltre 4 miliardi di video .
Nel 2018 l’84% dei contenuti di Internet verrà consultato tramite video.
Il video aumenta del 96% il numero di clic.
I video appaiono come primi risultati nel 70% delle ricerche.

I marketer sono continuamente alla ricerca di nuovi modi per distribuire contenuti video al target di riferimento. Ma l’e-mail è davvero una nuova opportunità per pubblicare video e ottenere più visualizzazioni?

 

2. E-mail con video, una coppia perfetta

Il video è il formato di comunicazione più desiderato dagli utenti e il canale email è il più consultato in tutta la giornata. Quasi 50 volte di più delle ricerche di Google.

Se confrontiamo il numero di email inviate ogni minuto nel mondo, 204 milioni con il numero di ricerche su Google, 4 milioni, o il contenuto che è condiviso su Facebook o Twitter, vediamo che la posta elettronica continua a dominare il mercato della generazione di contenuti. La email è il mezzo di comunicazione più consultato di tutta la giornata.

Quindi ricordate, se più di 4 miliardi di video sono visti ogni giorno, e 204 milioni di email vengono inviate ogni minuto, mi sembra una buona idea incorporare o integrare un video in una e-mail, in modo che esso venga eseguito nella e-mail del destinatario quando lo apre, giusto?

 

3. Problemi

Trovare il modo di come inserire video nelle email è sempre stato un vero rompicapo per tutte le marche. I marketing manager hanno sempre saputo l’efficacia del video, e i tassi di conversione. Ma allora, perché finora non è mai stato inserito un video in una e-mail?

La ragione principale è perché la posta elettronica può essere utilizzato solo in codice HTML, per motivi di sicurezza. La mancanza di uno standard video, come quello per le immagini ovvero lo JPG, ha reso impossibile visualizzare video all’interno di messaggi di posta elettronica. Un altro grave problema è la diversità di formati e dispositivi mobili che sono entrati in scena negli ultimi anni, come Android, IOS, Windows8 e i molti formati e diverse risoluzioni dello schermo.

Alcuni dei vecchi modi di come inserire video nelle email

  • Un plugin eseguibile autoinstallante come Flash o altro (questa funzione è stata eliminata dagli ESP o client di posta elettronica)
  • Un’immagine con l’icona di esecuzione video di YouTube o che conduce a una pagina di destinazione con il video (quando gli utenti vanno su YouTube possono trovare video di concorrenza sul lato destro, e non è così efficace come fare video direttamente nella e-mail)

 

4. La soluzione: Getting it Right

Al fine di dare ad ogni utente la migliore opzione per visualizzare il video, è necessario rilevare la tecnologia utilizzata dall’utente al fine di fornire la migliore opzione. Per questo è meglio avere una piattaforma che consente di automatizzare l’intero processo di come inserire video nelle email. La prima cosa da fare è creare quella piattaforma per tutti i formati video e risoluzioni adatte ad ogni dispositivo. Inoltre, per coloro che non possono vedere il video incorporato, essa dovrebbe generare un’anteprima del video in formato GIF, o ancora meglio in diversi altri, per adattarsi alle diverse risoluzioni dello schermo e connessioni 3G  o WiFi, oltre a una immagine di copertina o un manifesto del video.

Esistono diverse piattaforme online rivolte alle aziende, che consentono di incorporare il video nell’email marketing, facilitando la progettazione, creazione della campagna, la consegna di e-mail con video, e l’analisi dei risultati.

 

5. Conclusione finale

Come conclusione definitiva, si può dire che trovare il modo per come inserire video nelle e-mail è una buona idea, ma deve essere fatto utilizzando tecnologie che consentono la massima compatibilità con tutte le tecnologie esistenti sul mercato, ed essere anche in grado di fornire statistiche di visualizzazione dei propri video.